Chiesa San Martino

Città
Pinzano al Tagliamento
Nazione
ITA
In origine si trattava solamente di un oratorio, risalente al 1294, dedicato a San Martino; nel 1520 l'edificio subisce un primo ampliamento, con la ricostruzione del presbiterio e la costruzione di tre cappelle laterali. Queste ultime sono state affrescate dal Pordenone nel 1526 e 1527; notevoli sono la Madonna col Bambino ed il Martirio di San Sebastiano. Sempre dello stesso periodo, ma di autore ignoto, è la Madonna cosiddetta "del cassonetto" perché inserita in un cassonetto di legno decorato. L'edificio nella sua forma attuale risale all'ampliamento del 1773. Nello stesso periodo il campanile addossato alla navata sinistra venne demolito e ne venne costruito uno nuovo antistante la chiesa e curiosamente staccato da essa. L'organo posto sopra l'ingresso principale, ancora perfettamente funzionante, risale ai primi dell'Ottocento. Durante il primo conflitto mondiale nella chiesa di S. Martino venne allestito un ospedale militare ed un magazzino di scorte, e per questo motivo le funzioni vennero spostate alla chiesa della Santissima. Danneggiata dal sisma del 1976, la chiesa venne riconsegnata alla comunità ecclesiastica solamente dieci anni dopo, come ricorda anche una lapide commemorativa posta sopra la porta laterale destra.
https://www.facebook.com/sharer/sharer.php?u=/it/resource/poi/chiesa-san-martino/&src=sdkpreparse
loading